UNO SPIRAGLIO ALL’ORIZZONTE

UNO SPIRAGLIO ALL’ORIZZONTE
 
Quando abbiamo creato questo gruppo e successivamente l’Associazione, avevamo appena iniziato un percorso di abilitazione PAS, pagato a nostre spese e con tanti sacrifici.
Poi arrivò il Governo Renzi e la sua malsana idea di svuotare le GaE, stabilizzando docenti anche senza possibilità di cattedre per i prossimi millenni…
Per tutti coloro invece che insegnavano da anni su posti vacanti e magari anche abilitati alla professione ci fu un categorico NIET, di staliniana memoria.
Grazie compagno Renzi per questo e tanti altri regali che ci hai consegnato nei tuoi nefasti anni di spocchia.
Tutto questo perché qualche anno prima degli irresponsabili senza parte e costrutto avevano chiuso le Graduatorie Permanenti, inventandosi quell’acronimo nefasto di nome GaE.
Se ci fosse ancora Dante questi li manderebbe tutti all’infernO, per quello che hanno causato con le loro idee malsane alla scuola pubblica.
 
Eppure la soluzione sarebbe stata semplice, bastava ripristinare le Graduatorie Permanenti, un elenco graduato in base al “merito” differenziato con docenti disponibili per le assunzioni in ruolo. Così come si è continuato a fare per il personale ATA.
Ci dicevano che non si poteva fare, che c’era l’artico 97 della Costituzione…che fra l’altro non sanno neanche leggere per intero.
 
A quanto pare, sarà l’emergenza, sarà il potere da supereroe attribuito da quasi tutti i parlamentari a Mister Draghi, si apre uno spiraglio e si riparla di assunzione dopo tre anni di servizio.
 
Attenti a non innescare inconsapevolmente altre illusioni.
Intanto perché riguarderà solo coloro che hanno i tre anni di servizio in classi di concorso dove sono disponibili cattedre vacanti.
Perché ricordo che in tante CdC ci sono ancora posti da assegnare dai vari concorsi 2016, 2018 e 2020 e perfino da GaE.
 
Chiediamo quindi a chi ci governa di evitare illusioni e di avere un po’ più di rispetto per i cittadini italiani che da anni svolgono questo meraviglioso lavoro, non certo per soldi e incenso, ma solo perché è la loro professione.
Avrebbero diritto certo alla stabilità ma soprattutto, tanto ma tanto RISPETTO!
 
Aspettiamo fiduciosi che tutto finisca per il meglio, non ci facciamo illusioni anche perché abbiamo visto di tutto e di più.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.