EVENTI

2° Assemblea Soci

Venerdì 7 ottobre alle 16:30 presso SMS di Rifredi, Via Vittorio Emanuele II n. 102 – Firenze

Programma:

16.30  Apertura Lavori e Saluti.

16.35  Ieri oggi, domani… Attività Associazione.
Mimmo Bruni e Pietro Danesi

17.00  CINECA-MIUR (le falle del sistema)
Dott. Corrado Faletti

17.15  RICORSI quale risvolti?
Avv. Lombardi Bufalini

17.30 Interventi programmati dei SOCI –  Laura Isolani,         Cristina Nassi e Valeria Perri

18.15 Politiche e attività future del CDP
Nicola Iannalfo

18:30 Conclusione e chiusura lavori.

Depliant pag.1

Deplian pag.2

Se volete prenotarvi per un intervento:  https://goo.gl/forms/retuZpT2nwFJMOmi2


CDP e NOISCUOLA alla festa dell’unità

Si potrebbe andare tutti quanti alle Cascine…
Vengo anch’io?  NO… #iovotoNo
.
Parafrasando Iannacci, questo post è dedicato a tutti coloro che dal 2 al 7 settembre hanno voglia di presenziare alle Cascine la morte della scuola italiana. Alla riunione con NOI Scuola si è scelto di partecipare intanto il 2 settembre alla prima giornata dedicata alla scuola. Il ritrovo previsto è verso le ore 19:40 alla fermata della tramvia del Parco delle Cascine. 
Indosseremo tutti una maglietta bianca con scritto davanti #DignitàDocente ed eventualmente dietro una frase a piacere. Ecco alcuni esempi: #KramercontroKramer #Miur&UniversitàABILITANO/ColleghinruoloBOCCIANO #DocentePrecario=FamigliaPrecaria #EsodatodallaScuola… 
Si è scelto il colore bianco per la semplicità di farsi stampare una scritta sulla maglietta (viola è bello ma più complicato). La stampa sul tessuto sarebbe preferibile al cartello fissato perché può essere strappato o tolto dal servizio d’ordine del PD. Con la maglietta la vedo dura (forse le donne potrebbero mettere sotto un costume, non si sa mai). Inoltre tutti devono portarsi con se un fazzoletto o tovagliolo bianco che metteremo come bavaglio durante l’intervento dei due relatori Lotti e Puglisi. Ci distribuiremo singolarmente nella platea in assoluto silenzio. Qualcuno di noi farà foto che pubblicherà sui social e sui blog con un commento comune (tipo comunicato stampa).
Vi chiedo di aderire numerosi. La sera o l’indomani decideremo altre forme di lotta. Ricordo solo che ho creato un PDF con le date e gli incontri che ci possono interessare. Se qualcuno volesse iscriversi ai tavolo di lavoro che si svolgeranno domenica 4 settembre dalle 16:30 ricordo che deve compilare il modulo allegato e inviarlo per mail. La scelta di partecipare ai tavoli è stata prese esclusivamente per non sentirci dire che non abbiamo voluto il confronto… mentre se venissimo “esclusi”  avremmo un argomento in più al nostro arco.

Scheda Partecipazione_ Cantiere Costruire il Futuro

Dignità docente

Festa dell_Unità a Firenze


Oggi il CDP partecipa al convegno a Napoli ore 14

Il MIDA ha chiesto al CDP di partecipare come relatori al Convegno di Napoli del 28 novembre. Gli amministratori hanno scelto il Coordinatore Nazionale Nicola Iannalfo. Nell’occasione  formuleranno una proposta per un concorso che sia rispettoso delle professionalità acquisite e della correttezza e l’oggettività nella valutazione delle prove concorsuali. Basta con i furbetti e gli amici degli amici, per non parlare dei raccomandati alla “mi manda Picone”.

Sabato 28 novembre 2015 a Napoli, nella Sala “Vincenzo Gemito” presso la Galleria Principe Umberto, alle ore 14.00, ci sarà il VII Convegno del Mida Precari dal titolo: “Legge 107/15 – Dura Lex”.

I punti all’ordine del giorno saranno:

– testimonianze e opinioni sulla drammatica situazione in cui versano le Graduatorie d’Istituto;
– interventi costruttivi sulle modalità di concorso;
– confronto con politici e sindacati.

I grandi assenti di questo piano assunzionale, i docenti precari di II e III fascia d’Istituto, chiedono soluzioni certe e garanzie di equità nella gestione del futuro concorso ma propongono anche piani alternativi di assorbimento del precariato.
Toccherà ai politici coinvolti, di concerto con le parti sindacali, dare risposte concrete. A tal fine interverranno:
On. Fabio Rampelli – Fdi-An;
Sen. Enza Blundo, On. Luigi Gallo, On. Roberto Fico – Movimento Cinque Stelle;
Sen. Mario Pittoni – Lega Nord;
On. Giancarlo Giordano – Sel.

Per il comune di Napoli:
Annamaria Palmieri (Assessorato Educazione);
Severino Nappi (Forza Italia);
Peppe De Cristofaro (Sinistra Italiana).
Maria Pisani ( Portavoce nazionale P.S.I.)
Per le Associazioni e gli Organi Sindacali:
Stefano D’Errico – Presidente Unicobas;
Patrizia Perrone – rappresentante LIP Campania;
Nicola Iannalfo – CDP;
Valeria Bruccola – ADIDA;
Gaetano Zelante – UIL;
Francesco Greco – AND.

Antonio Nunziata ( CONITP)
Interverrà come rappresentante legale l’Avvocato Michele Bonetti.

Urge confrontarsi e dialogare, perché quando la legge non è uguale per tutti, i diritti di alcuni hanno il sapore di privilegi e ciò è inammissibile in una democrazia.

Sono invitati tutti i docenti a partecipare.


 

13 novembre il CDP sciopera e organizza Sit-in al MIUR

Noi il 13 novembre scioperiamo e manifestiamo a Roma davanti al MIUR o nelle varie piazze perché siamo:

  1. Contro la legge 107/2015 voluta e redatta in una notte con un maxi emendamento da questo Governo e dal PD che ha condonato tutti tranne forse i docenti che più si sono spesi in questi anni nella scuola pubblica: docenti di seconda fascia fatti abilitare nel corso degli ultimi tre anni solo per incassare fondi per Università e diplomifici.
  2. Contro questo e i precedenti Governi che ci hanno fatto spendere migliaia di euro in corsi, per la maggior parte inutili, soprattutto dopo averci fatto sostenere un Esame di Stato che ci avrebbe abilitato per il ruolo visto l’anzianità di servizio. Invece ci chiedono di rifare un altro esame che loro chiamano concorso, quando per anni hanno fatto entrare docenti senza nessun concorso e con neanche un giorno di servizio. Vergogna!
  3. Contro il Concorso di cui ci preoccupa non la selettività delle prove che non sono un problema, quanto il fatto saranno le commissioni umane a valutare la nostra preparazione, dopo che un’altra commissione umana del MIUR ci ha già valutati. Dove c’è la discrezionalità umana non c’è mai il merito ma altro che ben conosciamo in questo paese. Il Concorso non lo vogliamo ma purtroppo è legge, possiamo solo cercare di mitigarne gli effetti “truffa” dei precedenti. Siamo stanchi di ascoltare numeri sparati a vanvera da chi ancora non ci ha fornito quelli elementari di conoscenza del problema precariato di questo paese. Inoltre, solo per fare un esempio tra media e superiori sono previsti circa 30.000 posti messi a concorso mentre gli abilitati, fra PAS e TFA sono almeno il doppio, per non parlare se poi vorranno inserire anche i GaE o i laureati prima del 2002. Ma non era più semplice inserirci con una graduatoria a scorrimento nei prossimi 5 anni invece di spendere altro denaro pubblico per un concorso?
  4. Contro i sindacati confederali che hanno appoggiato la truffa del piano straordinario di assunzioni. E’ una truffa in quanto la legge dice che dovevano essere assunti sul reale fabbisogno delle scuole, invece gli iscritti in GAE e gli idonei concorso 2012 saranno assunti su un fabbisogno fittizio calcolato proprio sulla consistenza delle graduatorie da svuotare. La fase C, dopo la B, con lo svuotamento delle GAE che causeranno un sovrannumero di posti in molte classi di concorso per i futuri anni a venire. I sindacati dicono che non vogliono il concorso, salvo poi prepararsi come organizzatori di corsi a pagamento.
  5. Contro i 500 euro erogati subito a chi già è in ruolo, mentre da mesi i docenti precari, compresi i nuovi immessi in ruolo delle fasi zero, A e B non hanno ancora visto un euro di stipendio dopo quasi due mesi e dieci giorni di servizio. Forse anche nel terzo mondo sarebbero stati più efficienti di questa classe dirigente. I mutui, gli affitti, le bollette dovremmo mandarli al MEF…
  6. Contro le bugie che parlavano di buona scuola e siamo ancora a novembre con contratti fino all’avente diritto. Mai successo in dodici anni di servizio, questo è certo. Tutte le scuole sono nel caos e a giorni sarà anche peggio con tutti i “cambi di casacca”, io ad esempio farò sostegno dopo dodici annualità su posti vacanti di A033 datti tutti a “non vincitori” di tutte le parti d’Italia dove i numeri sono stellari…

Perché se non fate sciopero allora non lamentatevi e buon concorso!


 

ROMA – VENERDI 13 NOVEMBRE 2015 di Nicola Iannalfo

Vedere l’avidità nella ricerca del seno materno in un bimbo appena nato è qualcosa di sconvolgente. Un istinto innato carico di valore simbolico, ma facilmente risolvibile in un primitivo desiderio di vivere. Questo istinto forte in alcuni mammiferi rappresenta la differenza tra la vita e la morte, costituisce il modo di garantirsi una porzione di cibo, un capezzolo, nel primo è più crudele atto di caccia. Nasce tra le pieghe del calore materno la competizione per la sopravvivenza. Chi non sente questo forte istinto di sopravvivenza probabilmente non sopravviverà ai primi giorni di vita…
Manifestare il proprio dissenso non è stupido e soprattutto non è mai inutile… è la capacità di aggrapparsi alla vita, il desiderio di non soccombere… la forza di andare avanti!

Il 13  non mi cercate a scuola, sono a ROMA. di Mimmo Bruni

Il 13 novembre non mi cercate a scuola,sono a Roma a difendere il mio diritto a svolgere questo lavoro dopo dodici annualità su posto vacante.
Vorrei ribadire un concetto. Noi docenti di seconda fascia non siamo tutelati da nessuno eccetto noi stess
i. Lottiamo da almeno un anno e mezzo contro tutti e tutto. E’ di oggi la notizia che ci ha fornito il nostro amico Valerio Cai, dopo conversazione al USP di Firenze che stanno per uscire in concomitanza con il 10/11 della fase C le GI definitive. Ma come ci avete tenuti nel limbo per quasi due mesi e ora non potevate aspettare che si liberassero un po’ di posti che ci avete scippato con i “non vincitori” della fase B. Sono veramente schifato da tanta ingratitudine. Le nostre lotte singole magari non hanno ancora prodotto risultati , ma non siamo certo domi… venderemo cara la pelle. Se poi perderemo tutto, non vorremmo essere nei panni dei nostri “carnefici”.
Tornando allo sciopero del 13 novembre, non importa quali sigle aderiscono (in aumento), a noi “serve” per dichiarare al mondo della scuola e al governo che ci siamo, malgrado il loro sforzo di esodarci e mandarci per strada. Dobbiamo approfittare di questo sciopero per CONTARCI e far sentire il nostro peso. Questo è un primo manifesto programmatico dello sciopero del 13. Ripeto è fondamentale scioperare il 13 novembre, lo devono fare tutti coloro che abbiamo un contratto a tempo determinato e siamo collocati in seconda o terza fascia. Per un giorno i colleghi di ruolo possono fare da soli, magari smetteranno di assillarci in aula docenti di come spendere i cinquecento euro del governo, unico vero grosso dilemma di questi giorni. Noi siamo fuori da questo circo e molti fra l’altro stanno lavorando da settembre senza stipendio, altro che cinquecento euro. Ma di che parliamo, se non si sciopera neanche per questo.
Per chi non ha la possibilità di andare a Roma, potete comunque organizzare in sit-in o flash-mob davanti alle vostre scuole, dialogando con i genitori e spiegando loro le ragioni delle nostre lotte.
Se però venite a Roma, il contributo di ciascuno di voi sarà fondamentale. Oltre al corteo e il sit-in in Piazza Montecitorio con i sindacati, nel pomeriggio noi del CDP insieme al MIDA e ADIDA, faremo un nostro sit-in al MIUR di Viale Trastevere.
Insomma il 13 novembre, noi abilitati di seconda e terza fascia, scioperiamo.
Dimenticavo per chi non sciopera… buon concorso.


Depliant Assemblea Depliant Convegno

Depliant Assemblea CDP interno


Il 27 giugno ore 21:15 siete tutti invitati all’ARCI “Demidoff” Pratolino per discutere di Buona Scuola

Vaglia - La Buona Scuola


Servizio Pubblico torna con un ultima puntata speciale da Firenze.  Grandi ospiti e tutte le colonne del programma di Michele Santoro si ritroveranno il 18 giugno alle 21 in Piazza Annigoni, per uno show unico. Portare qualcosa di rosso.  Servizio Pubbico a Firenze


 

Convegno MIDA a BARI  –  ore 16:30

convegno MIDA

Hotel Parco dei Principi Congress & SPA, prolungamento viale Europa, 6, 70128 Bari.

Il Convegno cercherà di svolgere un’analisi attenta della situazione in cui versa la II e III fascia GI.  Si parlerà degli scenari futuri e delle soluzioni possibili. Interverranno sindacati, politici delle varie fazioni e il nuovo Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che ha offerto tutta la sua disponibilità per risolvere personalmente la questione dei precari con il premier Matteo Renzi. Partecipate tutti.


Il CDP partecipa al FLASH MOB NAZIONALE – VESTITI DI ROSSO CON UN LIBRO SUL CUORE – Giovedì 28 maggio, ore 19.15 – Piazza della Signoria, Firenze.

Vi aspettiamo, come sempre, numerosi!

FLASH-MOB del 28-5-15

Successivamente siete invitati a partecipare a un degli incontri dei sindacati con la cittadinanza per parlare del DdL 2994.

assemblea

 


 5 maggio 2015, non prendere impegni c’è  SCIOPERO!

copertina_5maggio_fbstudenti verso lo sciopero del 5


 FIACCOLATA ELETTRICA  martedì 28 aprile

Fiaccolata elettrica


CDP Toscana domenica 12 aprile ti aspetta a PISTOIA

http://www.docentiprecari.it/archives/306


Nicola Iannalfo in VII Commissione Cultura

http://www.docentiprecari.it/archives/124


18 aprile le RSU della Scuola alle 10:30 in Piazza SS Apostoli a Roma

locandina-manifestazione-nazionale-unitaria-roma-18-aprile-2015

nota-unitaria-manifestazione-nazionale-roma-18-aprile-2015


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cod Fisc 91044730488

Vai alla barra degli strumenti